IV&V

L’ “Integrazione e Validazione (I&V)” è costituita in PROTECO da un team dedicato di specialisti che, in linea con le best practice in materia, non è direttamente coinvolto nella fase di sviluppo dei progetti al fine di garantire sempre una valutazione oggettiva della qualità e l’aderenza ai requisiti del cliente.
Fonda le sue radici nella decennale esperienza nella realizzazione di soluzioni e prodotti HW+SW la cui affidabilita in servizio doveva essere elevatissima e che pertanto hanno comportato un radicamento di “practices” oggi trasversali rispetto ad ogni progetto complesso che affrontiamo

L’implementazione di questa metodica ha come obiettivo la ricerca di eventuali errori o differenze rispetto alle specifiche e requisiti concordati, la conseguente determinazione dei parametri di quality associati e gli scostamenti degli stessi rispetto metriche condivise con il cliente.

La modalità operativa con la quale si applica, dipende dal tipo di soluzione. A titolo esemplificativo, parte dell’attività prevista per le componenti software implica l’effettuazione di controlli del codice sorgente, esaminando la documentazione di sviluppo per verificare e validare gli algoritmi implementati.

I&V implementa ed attua la verifica dinamica del prodotto applicando diverse metodologie:

  • test funzionale: per garantire che le funzionalità soddisfino le esigenze del Cliente e rispondano compiutamente ai requisiti richiesti.
  • test di integrazione: per garantire che tutte le unità software e hardware, funzionanti singolarmente, operino correttamente quando inserite in un unico sistema.
  • test di sistema: per garantire che il sistema funzioni correttamente una volta inserito in scenari complessi.
  • test di accettazione: effettuato nella maggior parte dei casi presso il cliente finale.

Il team I&V spesso ricorre allo sviluppo dei test automatici ritagliati per le esigenze che di volta in volta si rendono necessarie. L’automatizzazione del processo consente di rendere ripetibili e oggettive le azioni di verifica; la massima efficacia nell’utilizzo di test automatici trova collocazione ottima nel caso di test di non-regressione che possono essere talvolta disattesi nel caso di modifiche evolutive.

Il gruppo I&V di PROTECO ha competenze distintive nel settore delle telecomunicazioni, dove ha accumulato una decennale esperienza nel test di progetti complessi, sviluppati in ambito internazionale, collaborando con i principali gestori delle telecomunicazioni a livello mondiale e nel campo della validazione di soluzioni per il settore dell’energia ed utilities dove la complessità delle applicazioni e la valenza strategica delle soluzioni richiedono il massimo livello di industrializzazione della soluzione.
Nell’ambito del ciclo di vita del progetto, la fase di Integrazione e Validazione viene attuata con processo rigoroso, strutturato e ripetibile, prevedendo l’utilizzo di strumenti e competenze tecniche specifiche.

In quanto ente certificatore della qualità del prodotto/soluzione, il gruppo I&V è coinvolto in tutte le fasi del ciclo di vita:

  • Analysis: il primo step è l’analisi dei requisiti del cliente e l’identificazione degli eventuali standards da considerare e applicare durante il progetto.
  • Planning: svolge un’attenta pianificazione del progetto, considerando tutti gli aspetti associati: quali la definizione di strumentazione e licenze necessarie, la valutazione delle aree funzionali che devono essere considerate e dell’effort da impiegare per garantire gli obbiettivi di qualità da realizzare, nel rispetto dei tempi e dei costi concordati con il cliente
  • Definizione delle specifiche di test: definizione di un set di specifiche di test che sono utilizzate nella fase operativa, guidando l’attività del gruppo e consentendo di tracciare l’evoluzione e l’aderenza al piano. E’ in questa fase che si stabiliscono gli equilibri tra test automatico e manuale.
  • Functional test: durante la fase di test, I&V e laboratorio operano in modo integrato ai fini di migliorare la qualità del prodotto. A fronte dei test eseguiti e i problemi riscontrati, il laboratorio produce le patch necessarie per risolvere i problemi e consentire la prosecuzione dell’attività convergendo verso un prodotto di qualità sempre crescente.
  • Defects tracking: il flusso di lavoro tra I&V e laboratorio è formalizzato attraverso l’utilizzo di un tool di bug tracking, nel quale I&V riporta le informazioni necessarie al laboratorio per replicare i problemi e risolverli, fornendo anche alcune informazioni minori quali, ad esempio, la gravità del problema, la riproducibilità, l’esistenza di eventuali work-around ed altri, che consentono al laboratorio una migliore pianificazione dell’attività di bug-fixing. Img1- IeV
  • System test: un momento importante dell’attività di Validazione riguarda i tests di sistema in cui il prodotto/soluzione viene inserito in scenari di rete complessi e stimolato a lavorare interfacciandosi con prodotti di altri clienti (interworking). E’ in questa fase finale che vengono eseguiti test di migrazione per valutare l’impatto sull’installazione di una nuova release sul prodotto già in esercizio, i test di carico per sollecitare il prodotto al massimo delle proprie capacità sia strutturali che di performance e i test di regressione per verificare che i nuovi sviluppi non abbiano compromesso il funzionamento già consolidato del prodotto.
  • Testing report e customer release notes: i risultati dei tests e le misure sulla qualità del prodotto sono redatte e messe a disposizione del cliente.
  • Acceptance test: l’attività del gruppo non si esaurisce con la delivery del prodotto/soluzione finale ma li accompagna in tutta la fase di tests di accettazione presso il cliente. Il gruppo in questo caso si pone come prima interfaccia per dare informazioni, spiegazioni di dettaglio, assistenza e fornire una prima risposta ad eventuali osservazioni da parte del cliente.