Interrompibilità elettrica

Proteco contribuisce alla realizzazione dei sistemi di controllo della Rete di Trasmissione Nazionale, fornendo a Terna SpA competenze e prodotti per lo sviluppo e la manutenzione evolutiva del sistema di controllo SCADA/EMS, il sistema di difesa della rete, il sistema di Wide Area Measurement, gli apparati di telecontrollo UPDM. Nell’ambito del sistema di difesa della rete elettrica italiana, il servizio di interrompibilità del carico consente a Terna SpA di disporre di una quantità di potenza interrompibile (nel periodo 2011-13 sono state messe in gara quote per 3.800MW ) che può essere utilizzata per ricostituire con rapidità riserva e bilanciamento in tempo reale, riducendo così il rischio di eventi di blackout. Proteco è stata impegnata nella realizzazione e nella manutenzione evolutiva del sistema centrale di gestione dell’interrompibilità e di difesa della Rete Elettrica fin dalla sua concezione. Lu funzioni fodamentali del sistema, che permettono e garantiscono la sicurezza della RTN sono:

  • Analisi centralizzata dello stato della Rete Elettrica e predisposizione delle contromisure (azioni di comando da impartire a utenze interrompibili o gruppi di generazione).
  • Monitoraggio continuo e in tempo reale delle sezioni critiche della Rete Elettrica e comunicazione broadcast dell’insorgenza di eventi potenzialmente pericolosi.
  • Attuazione di azioni di alleggerimento del carico (teledistacco di utenze interrompibili) o della produzione (riduzione della produzione o teledistacco di gruppi di generazione).

L’architettura prevede per il Sistema Centrale uno SCADA realizzato su piattaforma Linux composto da due nodi con caratteristiche di server in modalità master/slave hot stand-by. Questa architettura permette di avere un sistema centrale completamente ridondato sia nelle funzionalità di acquisizione sia in quelle di interfaccia uomo-macchina. Il sistema è stato progettato, realizzato e testato per acquisire dati da 2000 RTU, corrispondenti a un insieme minimo di oggetti SCADA dato da 40000 telesegnali, 30000 telecomandi e 10000 telemisure, per un totale “a regime” di almeno 80000 oggetti SCADA, con classe di availability A3 (maggiore di 99,95%). Il progetto è stato sviluppato secondo il modello di gestione dei progetti certificato in qualità basato su un processo waterfall con sistema di template derivato dallo standard dell’ESA.

Il requisito fondamentale è il tempo che intercorre tra l’insorgenza dell’evento potenzialmente pericoloso e l’attuazione dell’azione correttiva. Questo viene determinato attraverso studi offline in regime statico e dinamico e dipende dalle caratteristiche della rete nel suo complesso e delle particolari sezioni critiche. Questo parametro è compreso tra i 100ms e i 300ms.

Proteco fornisce supporto e prodotti anche agli energy manager delle aziende interessate all’accesso al servizio di interrompibilità, seguendoli in tutto il percorso che inizia con l’analisi tecnica per lo studio di fattibilità, prosegue con la gestione delle interazioni con gli uffici di Terna SpA responsabili dell’espletamento dei bandi e si completa con le attivazioni delle nuove utenze.