Reti di trasporto

Proteco e’ in grado di indirizzare progetti nel campo dell’ingegneria delle reti di trasporto sia ottiche sia in ponte radio, attraverso le piu’ avanzate soluzioni tecnologiche capitalizzando la propria competenza  nella gestione delle problematiche afferenti la trasmissione ottica (dispersione cromatica, rumore, attenuazione di fibra e di inserzione) che in questi progetti diventano fondamentali.

Grande importanza assume il laboratorio presente in Selesoft che consente di interiorizzare la conoscenza delle tecnologie supportate, di verificarne le funzionalità e di riprodurne il funzionamento rispetto alle condizioni di impiego presso il cliente che possono essere simulate.

In particolare per il settore delle reti P-OTS (Packet Optical Transport System) e delle reti di backhauling mobile (sia basate su protocollo IP che su protocollo Ethernet) Proteco dispone di risorse altamente specializate che vantano decennale esperienza nel campo dell’ingegneria delle soluzioni .

Per cogliere le opportunità del mercato domestico Proteco  ha siglato un accordo di system integration con Coriant, azienda leader nelle soluzioni di optical networking.

In base a questo accordo, Proteco opera quale channel partner per gli apparati di trasporto Coriant 7100 next-generation packet optical e fornirà servizi di vendita, system integration e maintenance support in Italia.

Gli apparati di trasporto Coriant 7100 Packet Optical combinano ROADM-based DWDM, SDH, OTN e funzionalità di Ethernet switching in una singola piattaforma. Queste caratteristiche ottimizzano le funzionalità di trasporto a pacchetto che si ottengono riducendo il numero dei nodi per layer, i costi per bit e consentono di semplificare le operazioni di supervisione di rete garantendo una minor latenza e una elevata affidabilità.

Img1- Reti di trasporto

Tra i progetti di spicco che hanno sfruttato questa collaborazione, si può citare lo studio per l’introduzione di un layer fotonico nelle reti metropolitane in un operatore Telecom nazionale. Tale studio include la definizione architetturale della rete fotonica, l’analisi delle eventuali problematiche trasmissive, l’impatto sui servizi attualmente offerti dall’operatore e la valutazione dei risparmi in termini di CAPEX ma soprattutto di OPEX, grazie agli strumenti di provisioning e di esercibilità che tale soluzione permette di ottenere, rispetto alle tradizionali soluzioni basate su apparati dati tradizionali.

Img2- Reti di trasporto

Una tipica rete metropolitana necessita tipicamente un trasporto diverso da ogni service edge node verso la destinazione. Ogni connessione deve essere opportunamente dimensionata basandosi sulla massima utilizzazione ed un edge router è necessario per distribuire il traffico alla corretta destinazione.

Le reti metropolitane basate solo su routers e switch non scalano economicamente per supportare in modo efficace la richiesta di banda in continua evoluzione. Queste reti possono richiedere ring multipli sovrapposti, il deployment di nuova fibra e nuovo hardware in ogni centrale. Questo processo può essere molto inefficiente, con alti costi in termini di tempi di design e di deployment.

Muovendosi verso una rete unificata su trasporto ottico, che supporta molteplici servizi su un’unica coppia di fibre, permette all’operatore di condividere i costi infrastrutturali tra tutti i suoi clienti. Da questo punto di vista, una piattaforma di trasporto basata sul packet optical (P-OTS) è l’architettura di rete che viene sempre più considerata vincente da molti operatori in tutto il mondo.